Grippia e grippiale

La grippia è una cima che corre parallelamente al calumo e che viene collegata al diamante dell’ancora per renderla più facile da spedare e salpare. Al momento di salpare, l’imbarcazione avanza fino ad avere l’ancora esattamente sotto alla prua e, invece che agire sul calumo per liberare l’ancora, si recupera la grippia che fa ruotare […]

Calumo

Il calumo è la lunghezza del cavo utilizzato per l’ancoraggio dell’imbarcazione, dalla prua fino alla cicala dell’ancora. Il calumo può essere composto di sola cima, di sola catena o di una combinazione delle due. La sua lunghezza dipende dalla profondità del fondale (un ancoraggio corretto richiede che il calumo sia lungo da 3 a 5 […]

Ancore e ancoraggi

Le ancore sono oggetti pesanti e dalla forma particolare utilizzati sin dall’antichità per trattenere le imbarcazioni in un punto preciso, evitando che vento e corrente possano farle spostare. I più antichi esempi di ancore consistevano in semplici pietre o ceste colme di sabbia o ciottoli con un cavo/cima che le manteneva collegate alla barca. Immagine […]

Paterazzo

Il paterazzo è una delle manovre dormienti dell’imbarcazione. E’ un cavo in acciaio che va dalla poppa fino in testa d’albero e serve a evitare che l’albero cada in avanti. La sua funzione è esattamente opposta a quella dello strallo. Nelle imbarcazioni con albero frazionato (quello in cui sartie e strallo non arrivano fino in […]

Strallo

Lo strallo è una delle manovre dormienti dell’imbarcazione. E’ un cavo in acciaio che va dalla prua fino in testa d’albero e serve a evitare che l’albero cada all’indietro. La sua funzione è esattamente opposta a quella del paterazzo. Non è raro che allo strallo siano infieriti fiocco o genoa e allo stesso strallo può […]

Bulbo

Nel campo nautico per bulbo si intendono due parti costitutive ben diverse delle imbarcazioni: una è il bulbo della deriva, tipico delle barche a vela di grandi dimensioni, mentre l’altra è il bulbo di prua, tipico delle navi. Bulbo della deriva Nelle barche a vela di grandi dimensioni si sfrutta la stabilità di peso andando […]

Miglio nautico

Il miglio nautico rappresenta l’unità di misura delle distanze in mare. Abbreviato in “NM” o “M” corrisponde a 1852 m, che è la lunghezza dell’arco sottesa da un angolo di 1′ di latitudine.   Perché la latitudine e non la longitudine? Si considerano i meridiani invece dei paralleli perché i meridiani hanno tutti la stessa […]