Carteggio nautico oltre 12 miglia: esercizio 4

Siamo in navigazione a est dell'Isola d'Elba con Vp 8 nodi e Pv 010°. Alle ore 10:00, trovandoci a est dell'isola di Cerboli, con il grafometro semicircolare se ne rileva la Torre con Rilp 045° e dopo 15 minuti la stessa Torre con Rilp 090° e si ricava il Punto Nave; indicare le coordinate del punto nave. Si fa ora rotta dal punto delle 10:15 per Piombino (Lat. 42°56' N e Long. 010°33.5' E), considerando la presenza di una corrente Nord-Est e intensità 1,5 nodi. Indicare la Pv e l'ora di arrivo a Piombino. (Decl. 1,5° W)

Soluzione dell'esercizio di carteggio nautico

Dati dell'esercizio:
Vp = 8 kts; Pv = 010°

Rilevamenti polari ore 10:00 e 10:15
Dc = NE; Ic = 1.5 kts
Pv per Piombino?
ETA ?

Da una prima occhiata al problema, si nota che abbiamo due rilevamenti successivi a 45° e 90°, quindi dobbiamo utilizzare il metodo dei 45° e traverso.
Inoltre, trovandoci con Pv = 010° e navigando ad est dell'isola di Cerboli, capiamo che i rilevamenti polari sono sinistri (-).
Secondo il metodo 45 e traverso, per ricavare il Pn dobbiamo tracciare solo il secondo rilevamento (trasformato in vero) e su di esso riportare la distanza percorsa nell'arco di tempo trascorso tra i due rilevamenti.

Rilv = Pv - Rlp = 010° - 90° = -080° = 360° - 080° = 280°
V = D / T ⇒ D = V × T = 8 kts × 15 min = 8 kts × 1/4 h = 2 M
calcolo rotta vera, come studiare carteggio nautico, carteggio nautico oltre 12 miglia, patente nautica integrazione oltre 12 miglia
carteggio nautico oltre 12 miglia, come risolvere i problemi di carteggio, compasso squadretta carta nautica, carteggio nautico
esercizi carteggio nautico, carta nautica 5D, come studiare carteggio nautico, problemi di carteggio
patente nautica entro 12 miglia, compasso squadretta carta nautica, calcolo rotta vera, carteggio nautico
Le coordinate del punto nave alle 10:15 sono Lat. 42°51',1 N; Long. 010°35',5 E

Tracciamo la Rv fino a Piombino e costruiamo il parallelogramma delle velocità, considerando la corrente. Per praticità, dimezziamo tutte le velocità (Ic = 1.5 kts / 2 = 0.75 kts e Vp = 8 kts / 2 = 4 kts) in modo da "rimanere" nella carta.

La distanza da percorrere fino a Piombino è di 5.2 M.

Per la determinazione della Ve, andiamo a tracciare la corrente dimezzata e col compasso con apertura 4 M (Vp dimezzata a 4 kts), andiamo a intersecare la Rv.
patente nautica oltre 12 miglia, esercizi carteggio patente nautica, calcolo deviazione magnetica, esercizi carteggio nautico
calcolo rotta vera, esercizi carteggio patente nautica, problemi di carteggio, patente nautica integrazione oltre 12 miglia
dove trovare soluzioni carteggio nautico senza limiti, esercizi carteggio patente nautica, soluzioni esercizi carteggio nautico, problemi di carteggio
esercizi carteggio nautico, problemi di carteggio, come studiare carteggio nautico, problemi di carteggio nautico
dove trovare soluzioni carteggio nautico senza limiti, patente nautica oltre 12 miglia, come risolvere i problemi di carteggio, esame carteggio nautico
compasso squadretta carta nautica, calcolo deviazione magnetica, strumenti per esame carteggio nautico, carteggio nautico capitaneria di porto
Per trovare la velocità effettiva, vado a misurare il suo vettore col compasso e devo raddoppiarla, dato che in precedenza avevamo dimezzato tutte le velocità.
Ve = 4.2 kts × 2 = 8.4 kts

Calcoliamo il tempo necessario per percorrere le 5.2 M a 8.4 kts.

V = D / T ⇒ T = D / V = 5.2 M / 8.4 kts = 0.62 h = 0.62 × 60 min = 37 min

ETA = 10:15 + 37' = 10:52
dove trovare soluzioni carteggio nautico senza limiti, strumenti per esame carteggio nautico, come studiare carteggio nautico, soluzioni problemi di carteggio nautico
carteggio nautico, patente nautica oltre 12 miglia, problemi di carteggio, calcolo deviazione magnetica
patente nautica, calcolo deviazione magnetica, patente nautica entro 12 miglia, esercizi carteggio patente nautica

Risultati esercizio carteggio nautico

Pn(10:15) = Lat. 42°51',1 N; Long. 010°35',5 E; Pv = 333°; Ve = 8.4 kts; ETA = 10:52
Loading...