VISITA IL NOSTRO E-SHOP

Carteggio nautico oltre 12 miglia: esercizio Carta 5D - 91

E-Shop Nauticando tante idee di design e di arredamento per la casa e la barcaE-Shop Nauticando tante idee di design e di arredamento per la casa e la barca
Siamo in uscita dal fanale di Porto Santo Stefano (simbolo porto turistico) e navighiamo con rotta vera Rv = 320° dirigendo verso le Formiche di Grosseto.
Alle ore 14h00m rileviamo il Faro di Formica Grande con rilevamento polare a sinistra ρ = -45°. Mantenendo la stessa rotta, alle ore 14h30m rileviamo lo stesso faro al traverso. Da questo punto si inverte la rotta e si rientra a Porto Santo Stefano (simbolo porto turistico).
Determinare la quantità di carburante necessaria per tutta la navigazione effettuata, inclusa la riserva, considerando un consumo medio di 4 l/h.

Soluzione dell'esercizio di carteggio nautico

Dati dell'esercizio:

Rv = 320°

Rilevamenti polari 45° e 90° del faro di Formica Grande alle ore 14:00 e 14:30

Consumo orario motore = 4 l/h
Richieste dell'esercizio:

Quantità di carburante necessaria?
Dai dati del problema si vede che abbiamo due rilevamenti successivi a 45° e 90°, quindi dobbiamo utilizzare il metodo dei 45° e traverso.

Per iniziare, andiamo a tracciare la nostra rotta vera per 320°.
compasso squadretta carta nautica, patente nautica, dove trovare soluzioni carteggio nautico senza limiti, calcolo rotta vera
esame carteggio nautico, carteggio nautico capitaneria di porto, compasso squadretta carta nautica, problemi di carteggio nautico
come studiare carteggio nautico, esame carteggio nautico, problemi di carteggio, carta nautica 5D
Secondo il metodo 45° e traverso, per ricavare il Pn dobbiamo tracciare solo il secondo rilevamento (trasformato in vero) e su di esso riportare la distanza percorsa nell'arco di tempo trascorso tra i due rilevamenti.
Però nei dati dell'esercizio manca la velocità propria per determinare la distanza dal punto cospicuo. Per questo motivo, andiamo a calcolare e tracciare il rilevamento vero del faro di Formica Grande alle 14:30; il nostro punto nave alla stessa ora sarà all'intersezione tra la nostra Rv (tracciata in precedenza e assumendo che Pv = Rv) e il rilevamento vero appena tracciato.

Rilv = Pv + Rilp = 320° + (-90°) = 230°
come studiare carteggio nautico, problemi di carteggio nautico, come risolvere i problemi di carteggio, patente nautica oltre 12 miglia
strumenti per esame carteggio nautico, esercizi carteggio nautico, patente nautica, compasso squadretta carta nautica
Misurando la distanza dal faro di Formica Grande, possiamo ricavare la velocità propria dal tempo trascorso tra i due rilevamenti.

T = 30 min = 0.5 h

D = 3 M

Vp = D / T = 3 M / 0.5 h = 6 kts
calcolo declinazione magnetica, problemi di carteggio, esercizi carteggio nautico, patente nautica
problemi di carteggio nautico, calcolo deviazione magnetica, calcolo declinazione magnetica, soluzioni esercizi carteggio nautico
Non ci resta che andare a misurare la distanza tra porto Santo Stefano e il punto nave A delle 14:30.

D = 13.1 M
patente nautica, dove trovare soluzioni carteggio nautico senza limiti, esame carteggio nautico, esercizi carteggio nautico
strumenti per esame carteggio nautico, carteggio nautico, calcolo declinazione magnetica, patente nautica entro 12 miglia
patente nautica integrazione oltre 12 miglia, carteggio nautico, carteggio nautico oltre 12 miglia, calcolo deviazione magnetica
Con la velocità propria calcolata, possiamo calcolare il tempo necessario per percorrere la distanza totale (partendo da Porto Santo Stefano e rientrando sempre lì dopo essere giunti al punto nave A).

T = D / Vp = ( 13.1 × 2 ) M / 6 kts = 4.36 h = 4h 22m

Inoltre, noto il consumo orario, possiamo calcolare la quantità di carburante necessaria per la navigazione e quella da imbarcare, inclusa la riserva del 30%.

Carburante per la navigazione = Consumo × T = 4 l/h × 4.36 h = 17.4 l
Carburante da imbarcare = Carburante per la navigazione + 30% = 22.7 l

Risultati dell'esercizio carteggio nautico

Carburante da imbarcare = 22.7 l
Loading...