Navigazione stimata


Torna alla lista degli argomenti
Ricarica la scheda
Navigazione stimata
Il nodo è:
a) la velocità di 1850 metri all'ora.
b) la grandezza che equivale a 1.850 metri, pari alla lunghezza di 1' (un primo) di Longitudine.
c) l'unità di misura della velocità della nave.
V = 6 nodi; T = 2 ore e 45 minuti. Lo spazio percorso sarà di:
a) 16,5 miglia.
b) 15,5 miglia.
c) 17,5 miglia.
T = 2 ore e 20 minuti; V = 12 nodi. Lo spazio percorso sarà di:
a) 27 miglia.
b) 29 miglia.
c) 28 miglia.
Una corretta navigazione stimata consiste, tra l'altro, anche nel calcolare:
a) esattamente con precisione la propria velocità istantanea.
b) la posizione, con la relazione "S = V x T", a ogni variazione di velocità.
c) la posizione approssimativa del punto di partenza.
Qual è la causa più importante dell'imprecisione del punto stimato?
a) errori nella misura della velocità con il solcometro.
b) errori nella prora vera (Pv).
c) errori soggettivi nella conoscenza e/o nell'apprezzamento dello scarroccio e della deriva.
Una nave in navigazione a 21 nodi effettivi, in 45 minuti percorrerà:
a) 15,75 miglia.
b) 16,25 miglia.
c) 15,50 miglia.
Il punto nave stimato si determina con:
a) il GPS.
b) la formula S = V x T.
c) almeno due luoghi di posizione.
Un tratto di 4'.4 di latitudine corrispondono a:
a) 4 miglia e 4 decimi di miglio.
b) 4 miglia e 24 centesimi di miglio.
c) 44 miglia esatte.
V = 8 nodi; T = 1 ora e 15 minuti. Lo spazio percorso sarà di:
a) 10,5 miglia.
b) 10 miglia.
c) 9,5 miglia.
180 miglia corrispondono a:
a) 3 gradi di latitudine.
b) 180 Km.
c) 1800 Km.
Correggi
Ricarica la scheda