Galleggiamento e stabilità


Torna alla lista degli argomenti
Ricarica la scheda
Galleggiamento e stabilità
La riserva di spinta o riserva di galleggiabilità di una nave dipende:
a) dal volume interno dello scafo corrispondente all'opera morta.
b) dal volume interno dello scafo corrispondente all'opera viva.
c) dal volume interno dello scafo non utilizzabile per il carico.
Secondo il principio di Archimede, un corpo immerso in un liquido riceve una spinta diretta:
a) dal basso verso l'alto pari al peso del corpo immerso.
b) dall'alto verso il basso pari al peso del volume del liquido spostato.
c) dal basso verso l'alto pari al peso del volume del liquido spostato.
Quale forza relativa all'equilibrio di una nave si ritiene applicata al centro di spinta e quali sono direzione e verso?
a) la spinta di galleggiamento, che è sempre perpendicolare al profilo delle onde ed è diretta verso l'alto.
b) la spinta di galleggiamento, sempre verticale e diretta verso l'alto.
c) la spinta di galleggiamento, che è sempre perpendicolare al ponte dell'unità ed è diretta verso l'alto.
Il centro di gravità di una nave è la risultante:
a) dei pesi di bordo, applicata in un punto.
b) della velocità media controcorrente, applicata in un punto.
c) della spinta dell'acqua sullo scafo, applicata in un punto.
Una nave da 23 metri è ingavonata: che significa e cosa bisogna fare:
a) non significa niente e la nave può navigare in sicurezza.
b) la nave, inclinata di un certo angolo, è instabile per cui bisogna spostare i pesi dal lato opposto.
c) la nave, che è inclinata di un certo angolo, è in equilibrio stabile ma con la riserva di stabilità diminuita per cui bisogna spostare i pesi in basso sulla propria verticale.
Qual è la forza, relativa all'equilibrio di una nave, che si considera applicata al baricentro e quali sono la sua direzione e il suo verso?
a) tale forza è il peso della nave; la direzione è sempre perpendicolare al profilo delle onde ed è diretta sempre verso il basso.
b) tale forza è il peso della nave; la direzione è sempre perpendicolare ai ponti ed è diretta sempre verso il basso.
c) tale forza è il peso della nave; la direzione è sempre verticale ed è diretta sempre verso il basso.
La stabilità trasversale di una nave è:
a) la stabilità a nave vuota.
b) la tendenza della nave a ritornare nella posizione diritta una volta cessata la causa sbandante.
c) la stabilità dinamica longitudinale.
Al diminuire del peso della nave, come variano il volume di carena e la riserva di galleggiabilità?
a) al diminuire del peso della nave, aumenta il volume di carena e rimane costante la riserva di galleggiabilità.
b) al diminuire del peso della nave, non varia il volume di carena ma diminuisce la riserva di galleggiabilità.
c) al diminuire del peso della nave, diminuisce il volume di carena e aumenta la riserva di galleggiabilità.
Scegliere le parole che rendono esatta la seguente affermazione: l'imbarcazione tende a ritornare in equilibrio se (1)____________ si trova al di sopra (2)____________.
a) (1) il centro di gravità (2) del metacentro.
b) (1) il centro di carena (2) del metacentro.
c) (1) il metacentro (2) del centro di gravità.
Qual è l'effetto prodotto sulla stabilità dai carichi sospesi, solidi, scorrevoli che siano liberi di muoversi?
a) i carichi liquidi e scorrevoli aumentano la stabilità, mentre i carichi sospesi sono ininfluenti.
b) i carichi liquidi con specchio libero aumentano la stabilità, mentre i carichi solidi e scorrevoli sono ininfluenti.
c) i carichi sospesi, solidi, scorrevoli, i quali a bordo siano liberi di muoversi, riducono la stabilità.
Correggi
Ricarica la scheda