VISITA IL NOSTRO E-SHOP

Galleggiamento e stabilità

E-Shop Nauticando tante idee di design e di arredamento per la casa e la barcaE-Shop Nauticando tante idee di design e di arredamento per la casa e la barca
Genera nuova scheda random
Galleggiamento e stabilità
Quale forza relativa all'equilibrio di una nave si ritiene applicata al centro di spinta e quali sono direzione e verso?
a) la spinta di galleggiamento, che è sempre perpendicolare al profilo delle onde ed è diretta verso l'alto.
b) la spinta di galleggiamento, sempre verticale e diretta verso l'alto.
c) la spinta di galleggiamento, che è sempre perpendicolare al ponte dell'unità ed è diretta verso l'alto.
Al diminuire del peso della nave, come variano il volume di carena e la riserva di galleggiabilità?
a) al diminuire del peso della nave, aumenta il volume di carena e rimane costante la riserva di galleggiabilità.
b) al diminuire del peso della nave, non varia il volume di carena ma diminuisce la riserva di galleggiabilità.
c) al diminuire del peso della nave, diminuisce il volume di carena e aumenta la riserva di galleggiabilità.
Se una nave assume una posizione sbandata a causa di un carico mobile che si è spostato dalla sua posizione originaria, quali azioni devono essere compiute per raddrizzarla?
a) rizzare adeguatamente il carico mobile nella posizione opposta a quella dove si trovava originariamente ma ad un livello più alto.
b) riportare il carico mobile nella sua posizione originaria e rizzarlo convenientemente.
c) controbilanciare lo sbandamento ponendo altri pesi sul lato opposto.
Riguardo alla galleggiabilità:
a) la posizione del centro di carena dipende dal peso della nave.
b) la nave, immergendosi, sposta un volume d'acqua uguale al volume della parte immersa della nave stessa.
c) la nave in acqua subisce la gravità che conferisce una forza di galleggiamento che si oppone alla forza peso della nave stessa.
La riserva di spinta o riserva di galleggiabilità di una nave dipende:
a) dal volume interno dello scafo corrispondente all'opera morta.
b) dal volume interno dello scafo corrispondente all'opera viva.
c) dal volume interno dello scafo non utilizzabile per il carico.
Ci si accorge di avere poca stabilità; dobbiamo spostare i pesi:
a) dall'alto verso il basso.
b) dal basso verso l'altro.
c) sul lato opposto rispetto allo sbandamento.
I pesi imbarcati in alto:
a) aumentano la coppia raddrizzante.
b) aumentano la stabilità longitudinale.
c) diminuiscono la stabilità.
Il centro di gravità di una nave è la risultante:
a) dei pesi di bordo, applicata in un punto.
b) della velocità media controcorrente, applicata in un punto.
c) della spinta dell'acqua sullo scafo, applicata in un punto.
Tra uno scafo largo e piatto ed uno stretto e profondo, ha una maggiore stabilità di forma quello:
a) con maggior pescaggio.
b) largo e piatto.
c) stretto e profondo.
Se l'unità subisce uno sbandamento, il centro di spinta rimane immobile o si sposta? E in caso affermativo, verso quale direzione?
a) sì, il centro di spinta si sposta verso il lato che si sta sollevando.
b) no, se il carico non si sposta anche il centro di spinta rimane immobile.
c) sì, il centro di spinta si sposta verso la sezione dell'unità caratterizzata dal maggior volume immerso.
Correggi
Genera nuova scheda random
Loading...