Deriva e scarroccio

Torna alla lista degli argomenti
Genera nuova scheda random
Deriva e scarroccio
L'angolo di prora vera è compreso tra il nord vero e la:
a) prora vera dell'unità e si misura in senso orario.
b) prora magnetica dell'unità e si misura in senso antiorario.
c) prora bussola dell'unità e si misura in senso antiorario.
Il moto effettivo di una nave è generato:
a) dalla sola azione dei propulsori-eliche.
b) dalle azioni combinate dei propulsori-eliche e del vento.
c) dalle azioni combinate dei propulsori-eliche, del vento e della corrente.
Quando il dato della velocità fornito dal solcometro non è attendibile?
a) in caso di presenza di vento.
b) in caso di presenza di corrente.
c) mai, è sempre attendibile perché tiene conto di deriva e scarroccio.
Il moto di superficie è definito dai seguenti termini:
a) Pv (angolo di prora vera) e Vp (velocità propria o propulsiva).
b) Rv (angolo di rotta vera) e Ve (velocità effettiva).
c) Rsup (angolo di rotta di superficie) e Vsup (velocità di superficie).
Lo scandaglio elettronico è denominato:
a) solcometro.
b) ecoscandaglio.
c) elettro-scandaglio.
L'angolo di rotta Rv è l'angolo che:
a) il percorso dell'imbarcazione da diporto in ciascun punto forma con la direzione Nord del meridiano geografico.
b) la chiglia dell'imbarcazione da diporto forma con la direzione Nord del meridiano geografico.
c) il percorso dell'imbarcazione da diporto in ciascun punto forma con la direzione Sud del meridiano geografico.
La velocità, in acqua, è misurata con il:
a) conta-mare.
b) solcometro.
c) contachilometri
A parità di corrente, la deriva:
a) tanto è maggiore quanto è minore l'opera viva e quanto è maggiore il pescaggio della nave in questione.
b) tanto è maggiore quanto è maggiore sia l'opera viva sia il pescaggio della nave in questione.
c) è eguale per tutte le navi seppur diverse in forma e dimensione.
La prora della nave è:
a) la direzione che sta seguendo la nave.
b) la direzione verso la quale la linea di chiglia della nave è orientata rispetto al nord.
c) coincidente con la rotta Rv in presenza di vento o corrente.
Le prove di velocità si effettuano:
a) in appositi corridoi delimitati da boe.
b) lungo le basi misurate di cui alla pubblicazione n. I.I.3045 edita dall'I.I.M.M.
c) immediatamente fuori dai porti.
Correggi
Genera nuova scheda random
Loading...