Portolano, elenco dei fari e segnali da nebbia


Studia i segnalamenti marittimi ottici

Torna alla lista degli argomenti
Genera nuova scheda random
Portolano, elenco dei fari e segnali da nebbia
La "caratteristica della luce" del faro è:
a) il colore della struttura del faro.
b) la descrizione della costruzione che alloggia il segnalamento.
c) l'insieme di "tipo", "colore" della luce e "periodo" che ne consentono l'identificazione.
Il miraglio del segnale cardinale Sud è costituito da:
a) due coni sovrapposti uniti per i rispettivi vertici.
b) due coni sovrapposti uniti per le rispettive basi.
c) due coni sovrapposti con i rispettivi vertici rivolti verso il basso.
Il miraglio del segnale cardinale Est è costituito da:
a) due coni sovrapposti con i rispettivi vertici rivolti verso l'alto.
b) due coni sovrapposti con i rispettivi vertici rivolti verso il basso.
c) due coni sovrapposti uniti per le rispettive basi.
La portata nominale è la:
a) distanza d'avvistamento della sorgente luminosa in funzione della curvatura terrestre.
b) portata luminosa in un'atmosfera omogenea con "visibilità meteorologica" di 10 miglia.
c) massima distanza alla quale è visibile la luce.
L'abbreviazione in inglese "Oc (3) W 5s", che si trova nell'elenco dei Fari e segnali da nebbia edito in Italiano dall'I.I.M.M., significa:
a) intermittente bianco, periodo 5 secondi.
b) occultato bianco per 5 secondi (in ogni periodo)
c) 1 lampo bianco, periodo 5 secondi.
Se il Portolano avverte che per un determinato porto i venti di traversìa sono quelli del secondo quadrante, quali considerazioni faremo?
a) in caso di vento di Ponente-Maestro è sconsigliato entrare in quel porto.
b) non ci sono particolari problemi per entrare in porto con venti provenienti dal secondo quadrante.
c) il porto è poco protetto in caso di Levante, Scirocco e Ostro.
La portata geografica è la:
a) portata luminosa in un'atmosfera omogenea con "visibilità meteorologica" di 10 miglia.
b) massima distanza alla quale è visibile la luce.
c) distanza alla quale la luce di un faro può essere vista in relazione alla curvatura della Terra e all'altezza dell'osservatore.
La distanza della linea dell'orizzonte dell'osservatore è un parametro:
a) che cresce al crescere dell'elevazione della posizione dell'osservatore.
b) che decresce al crescere dell'altezza dell'osservatore.
c) che è sempre costante.
La portata luminosa di un faro è influenzata:
a) dalla elevazione dell'occhio dell'osservatore e dalla trasparenza dell'atmosfera al momento considerato.
b) dalla trasparenza dell'atmosfera al momento considerato e dalla potenza della lampada espressa in candele.
c) dalla elevazione della luce sul l.m.m. ed anche dalla elevazione dell'occhio dell'osservatore.
A proposito di segnalamento marittimo AISM - IALA, una luce bianca, a lampi durata della luce inferiore a quella dell'eclisse), è un:
a) segnale speciale.
b) segnale di pericolo isolato.
c) segnale di acque sicure.
Correggi
Genera nuova scheda random
Loading...