Navigazione stimata


Torna alla lista degli argomenti
Ricarica la scheda
Navigazione stimata
Qual è la causa più importante dell'imprecisione del punto stimato?
a) errori nella misura della velocità con il solcometro.
b) errori nella prora vera (Pv).
c) errori soggettivi nella conoscenza e/o nell'apprezzamento dello scarroccio e della deriva.
Una nave in navigazione a 15 nodi effettivi, in 18 minuti percorrerà:
a) 4,25 miglia.
b) 4,50 miglia.
c) 4,75 miglia.
S = 11,6 miglia; V = 6 nodi. Il tempo di navigazione sarà di:
a) 1 ora e 56 minuti.
b) 2 ore e 06 minuti.
c) 1 ora e 46 minuti.
Una nave in navigazione a 24 nodi effettivi, in 35 minuti percorrerà:
a) 13,75 miglia.
b) 14 miglia.
c) 14,50 miglia.
Applicata la formula T = S : V (tempo = spazio diviso la velocità), si ricava 4,4. Ciò significa che la navigazione durerà:
a) 4 ore e 40 minuti.
b) 4 ore e 24 minuti.
c) 4 ore e 14 minuti.
Il punto nave è ricavato:
a) con tre o più luoghi di posizione.
b) con un luogo di posizione.
c) con almeno due luoghi di posizione.
Una nave in navigazione a 15 nodi effettivi, in 45 minuti percorrerà:
a) 10,75 miglia.
b) 11,25 miglia.
c) 12 miglia.
Il punto stimato per il navigante:
a) può, in lunghe navigazioni con cielo coperto, validamente sostituire un punto astronomico di difficile o impossibile esecuzione.
b) è insostituibile, ma insufficiente per condurre la navigazione in sicurezza.
c) è preciso ed affidabile in ogni circostanza.
La navigazione è stimata se la determinazione:
a) del punto nave stimato è in funzione della prora impostata e delle miglia percorse in un dato intervallo di tempo.
b) della rotta vera è in funzione del punto nave stimato.
c) del punto nave è in funzione degli elementi in vista della costa.
Una nave in navigazione a 10 nodi effettivi, in 18 minuti percorrerà:
a) 3 miglia.
b) 2 miglia.
c) 4 miglia.
Correggi
Ricarica la scheda