Navigazione in prossimità della costa - Ancore e ancoraggi


Studia il codice delle bandiere

Torna alla lista degli argomenti
Genera nuova scheda random
Navigazione in prossimità della costa - Ancore e ancoraggi
Entrando in un porto commerciale, privo di attrezzature da diporto, di norma dobbiamo avvisare:
a) l'Autorità marittima.
b) non dobbiamo avvisare nessuno.
c) il concessionario del servizio di rimorchio.
Con riferimento ai vari tipi di ancore, diverse dall'Ammiragliato, è possibile affermare che:
a) l'ancora Bruce è la tipica ancora delle navi, passante lo scafo attraverso l'occhio di cubia.
b) l'ancora Hall ha il diamante ripiegato a uncino con due grandi patte.
c) l'ancora Grappino è un'ancora senza ceppo.
La tavola a vela può navigare:
a) entro 1 miglio dalla costa.
b) entro 2 chilometri dalla costa.
c) entro mille metri dalla costa.
I bracci delle ancore sono denominati:
a) uncini.
b) bracci.
c) marre.
Esiste un limite di velocità per le unità da diporto quando siano in transito all'interno di un porto?
a) sì, è la velocità minima di planata.
b) no, non esiste.
c) sì, è stabilito dall'Autorità marittima di giurisdizione.
Un'unità afforcata è quell'unità che:
a) non riesce a spedare le ancore.
b) ha dato fondo a 2 ancore con calumi aperti a 180 gradi circa.
c) ha dato fondo a 2 ancore con calumi aperti a 45 gradi circa.
Come bisogna presentarsi nella manovra per la presa di gavitello?
a) sopravvento al gavitello.
b) con vento al traverso e gavitello di prora.
c) sottovento al gavitello.
In quali porti bisogna dare la precedenza alle unità che escono su quelle che entrano?
a) in tutti i porti in cui così stabilisca il regolamento dell'Autorità marittima.
b) in tutti i porti.
c) in nessun porto.
Cosa indica la bandiera Y (Yankee) del Codice Internazionale dei Segnali?
a) sospendente quello che state facendo e attenzione ai miei segnali.
b) la mia ancora sta arando.
c) richiedo un rimorchiatore.
Eseguo l'ormeggio della mia imbarcazione in andana e constato che, in dipendenza dell'ormeggio da me compiuto e del conseguente moto ondoso generato, l'unità ormeggiata a fianco patisce dei danni per aver urtato contro la banchina. Pertanto, il danneggiato:
a) ha diritto al risarcimento del danno stante l'irregolare condotta della navigazione e la conseguente responsabilità per urto tra navi, anche se dovuto al solo moto ondoso.
b) ha diritto al risarcimento solo se il danno patito sia conseguenza di un urto per contatto fisico diretto di nave contro nave.
c) ha torto poiché la sua unità non avrebbe urtato in banchina se egli si fosse prodigato per assicurare adeguatamente i suoi ormeggi nel mentre che mi accingevo ad ormeggiare la mia unità.
Correggi
Genera nuova scheda random
Loading...