Quiz patente nautica entro 12 miglia e oltre 12 miglia
Quiz patente nautica entro 12 miglia e oltre 12 miglia

Deriva e scarroccio


Vuoi familiarizzare con strumenti e metodi di carteggio nautico?
Vai alla pagina Carteggio Nautico e scopri con noi esercizi e soluzioni grafiche.


Trovi utile Nauticando.net? Dona al progetto.
Per registrare e rivedere le statistiche dei quiz svolti e dei progressi, è necessario effettuare il
Login
Torna alla lista degli argomenti
Ricarica la scheda
Deriva e scarroccio
Quale affermazione, tra le seguenti alternative di risposta, è errata:
a) la rotta Rv è la direzione verso cui è orientata la prora della nave.
b) la rotta Rv è l'azimuth sotto il quale il cammino della nave taglia il meridiano vero o geografico.
c) la rotta Rv lossodromica è quella rotta consistente nel percorso più facile ma non più breve tra quelli possibili.
Quale affermazione, tra le seguenti alternative di risposta, è errata:
a) la prora vera Pv e la prora bussola Pb differiscono tra di loro in base al valore della Variazione magnetica.
b) la prora magnetica Pm e la prora bussola Pb differiscono tra di loro in base al valore della Declinazione magnetica.
c) la prora vera Pv si assume come rotta vera Rv in caso di assenza di elementi perturbatori del moto.
L'angolo di prora vera è compreso tra il nord vero e la:
a) prora vera dell'unità e si misura in senso orario.
b) prora magnetica dell'unità e si misura in senso antiorario.
c) prora bussola dell'unità e si misura in senso antiorario.
L'angolo di prora vera si legge:
a) sulla rosa dei venti delle carte nautiche.
b) non si può leggere, non conoscendo l'angolo di deriva e/o di scarroccio.
c) in corrispondenza della linea di fede della bussola.
Una corrente marina è identificata con:
a) direzione di spostamento e velocità.
b) direzione di spostamento e temperatura.
c) temperatura e velocità.
La velocità effettiva (Ve) è quella velocità:
a) misurata dal solcometro.
b) dovuta alle azioni di propulsori e corrente sulla nave.
c) dovuta alle azioni sulla nave di propulsori, vento e corrente.
Il moto proprio o propulsivo di una nave a motore è generato:
a) dalle azioni combinate dei propulsori-eliche, del vento e della corrente.
b) dalla sola azione dei propulsori-eliche.
c) dalle azioni combinate dei propulsori-eliche e del vento.
Il moto di superficie è definito dai seguenti termini:
a) Pv (angolo di prora vera) e Vp (velocità propria o propulsiva).
b) Rv (angolo di rotta vera) e Ve (velocità effettiva).
c) Rsup (angolo di rotta di superficie) e Vsup (velocità di superficie).
L'angolo di scarroccio è quell'angolo sotto il quale è:
a) deviato il percorso della nave a causa dell'azione della corrente.
b) deviato il percorso della nave per il vento e la corrente.
c) deviato il percorso della nave a causa dell'azione del vento.
Il moto proprio è definito dai seguenti termini:
a) Rsup (angolo di rotta di superficie) e Vsup (velocità di superficie).
b) Pv (angolo di prora vera) e Vp (velocità propria o propulsiva).
c) Rv (angolo di rotta vera) e Ve (velocità effettiva).
Correggi
Ricarica la scheda
Per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito web utilizza i cookie. Accettando di utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi il loro utilizzo. Puoi eliminare e bloccare tutti i cookie di questo sito web ma alcuni elementi del sito potrebbero non funzionare correttamente. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa per i cookie.
Accetto